27 Gennaio – Giorno della Memoria

27 Gennaio – Giorno della Memoria

27 Gennaio 2022 Off Di Rosalba Curci

Mai più odio, intolleranza, crudeltà, disprezzo per la vita e per gli altri. Dobbiamo essere tutti sempre paladini della cultura del rispetto, dell’amore, della solidarietà.

Il Giorno della Memoria, che si celebra oggi, 27 gennaio, è il giorno in cui dobbiamo ricordare l’orrenda carneficina perpetrata dal regime nazifascista durante la seconda guerra mondiale e tutti gli orrori di cui l’umanità è stata capace nel corso della sua storia, ma è anche il giorno in cui dobbiamo rammentare a noi stessi quale mondo intendiamo costruire per il futuro. E la costruzione di un mondo migliore non è questione di un giorno: tutti i giorni devono essere per noi “Giorni della Memoria”, tutti i giorni dobbiamo impegnarci nel rispetto del nostro prossimo, dei sentimenti altrui, delle regole, della vita, ciascuno nel proprio piccolo, nella quotidianità dei piccoli gesti, che sono quelli che danno spessore alle nostre esistenze.

Invito, dunque, tutti i Docenti, in questa giornata ma anche nelle prossime, e direi in ogni giorno del fare scuola, ad affrontare il tema della “Memoria”, nelle forme e nei modi che riterranno più opportuni, con i nostri giovani alunni, che dovranno portare sempre con sé il ricordo di ciò che è stato affinché ciò che è stato non accada mai più; ma li invito ad affrontare, proprio per questo, anche il tema del “Futuro”, affinché i nostri ragazzi possano sempre essere costruttori di pace, sia oggi, quando attraverso la semplicità dei loro gesti quotidiani possono testimoniare la cultura della solidarietà e del rispetto, che nella loro età adulta, quando potranno, attraverso la sfera personale e professionale, fornire il loro prezioso contributo alla creazione di un mondo migliore.

Le sfide che il mondo ci presenta sono tante. Esse vanno affrontate sempre nel pieno rispetto di chi ci sta intorno, di chi ha un colore di pelle diverso, di chi crede in un altro Dio, di chi ha idee diverse, perché è proprio attraverso il rispetto della diversità dell’altro che si costruisce un mondo migliore.

Il Dirigente Scolastico
prof. Giovanni Cassanelli

Hits: 15